top of page

OT-BRIDGE

by RHEIN83

La tecnica

La componente sottoequatoriale consente l’alloggiamento all’interno del moncone cilindrico “extragrade” di un anello acetalico intercambiabile, molla SEEGER, che è uno degli elementi originali della metodica e rappresenta una sistematica alternativa alle soluzioni avvitate e cementate.

ot-bridge_akiniti_zoom1_edited.jpg
Stationary photo
Rhein83_edited.jpg

Un nuovo concetto di protesi avvitata

Il progetto nato nei laboratori di ricerca Rhein83 in collaborazione con alcune tra le Università Italiane più prestigiose ha sviluppato la sistematica “OT BRIDGE”.

ot-bridge_akiniti_zoom2.jpeg

Il vantaggio del disparallelismo

Con i monconi in titanio a vite passante OT BRIDGE è possibile creare una protesi fissa avvitata e passiva grazie alla presenza del SEEGER; è possibile, inoltre, superare disparallelismi fino a 80° di divergenza.La presenza del SEEGER, inoltre, permette l’eliminazione di alcuni fori delle viti passanti nelle zone estetiche.

bottom of page